baby monitor
Silvia

Silvia

Baby monitor per rendere sicuro il sonno del tuo bimbo.

Un ottimo aiuto in casa per noi genitori protettivi.

Ai giorni nostri ESSERE GENITORI è un lavoro molto impegnativo e faticoso.

Per noi è d’obbligo una pausa ogni tanto, perché essere riposati vuol dire anche avere più tempo gioioso da passare con i nostri figli.

I bimbi hanno bisogno di costanti attenzioni, ma non puoi essere sempre con loro in ogni singolo momento, ed è per questo che consiglio l’utilizzo dei BABY MONITOR (detti anche interfono per bambini) che ti permetteranno di muoverti in casa mentre il tuo piccolo riposa. Sono dispositivi di monitoraggio per controllare il tuo bambino, quando non sei vicino abbastanza da non sentirlo o vederlo con i tuoi occhi.

Sono finiti i tempi in cui si camminava in punta di piedi per sbirciare il bimbo che dormiva o addirittura avvicinarsi al petto per sentire il respiro tranquillo del bambino…per poi rovinare il tutto inciampando in un giocattolo sonoro o sbattendo al buio in un altro oggetto così da rompere il silenzio magico dato dal riposo del bambino.

Un BABY MONITOR può aiutarti ad evitarlo. 

Come e quando può aiutarci un BABY MONITOR.

Ti permetterà di ascoltare e vedere tutto ciò che sta succedendo al tuo bambino da qualsiasi stanza della casa. Alcuni rilevano anche i movimenti del bambino e la temperatura della stanza, quindi sei avvisato se il bambino è rimasto fermo per troppo tempo o è troppo caldo o freddo. Una delle funzionalità che dovresti trarre vantaggio dal baby monitor video sono le sue funzionalità remote. Assicurati di averne uno con le funzioni di panoramica, inclinazione e zoom della fotocamera perché è dotato di un sensore per seguire i movimenti del tuo bambino e ti consente di controllarlo da più vicino con la sua funzione di zoom.

Fanno molto di più che trasmettere pianti da una stanza all’altra; con i moderni microfoni e altoparlanti moderni di alta qualità, ogni suono è sentito come se il tuo piccolo fosse tra le tue braccia.

Soddisfano davvero le esigenze di ogni tipo di famiglia, soprattutto quei genitori occupati con le faccende di casa, ma che non possono permettersi di perdere d’occhio il loro piccolino. 

Questi dispositivi sono tantissimi e inviano i segnali in 3 modi diversi:

Analogici: invia segnali tramite onde radio (tipo di segnale più comune), tuttavia esiste il pericolo di  interferenza con altri segnali analogici;

Digitali: il segnale è codificato tra il trasmettitore e il ricevitore quindi non c’è il rischio di interferenze. Sono molto affidabili;

Wifi: questo consente ai genitori di monitorare il proprio bambino tramite computer, cellulare o tablet.

Abbiamo scelto per voi i migliori BABY MONITOR sul web:

Domande da porsi prima di comprare un BABY MONITOR.

  1. Voglio un monitor AUDIO o VIDEO?
  2. Voglio un BABY MONITOR che riproduca suoni o ninna nanne?
  3. Che distanza può raggiungere?
  4. Ha la funzione visione notturna?
  5. Ha il monitoraggio della temperatura interna?
  6. Ha la funzione ECO?

Utilizzare il dispositivo in SICUREZZA.

Il BABY MONITOR è progettato per essere un aiuto e non deve essere assolutamente utilizzato in sostituzione di una supervisione adulta. Non posizionare mai il dispositivo dentro la culla o dentro il lettino del bambino.

Interfono a doppio canale.

Esistono degli interfoni a doppio canale, e quindi non vi è un monitor con la sola funzione di ricevitore, ma dal quale si può anche parlare, e conversare con il proprio bambino se questo è già più grandicello o se il bimbo è molto piccolo comunque gli si può far sentire la propria voce per farlo calmare e sentire più tranquillo. Questi usano la stessa tecnologia dei vecchi walkie- talkie, che permettevano di comunicarsi attraverso le radiofrequenze.

Ecco alcune telecamere molto utili per sorvegliare anche i bambini più grandi:

Telecamere anche negli asili nidi.

E’ prevista nello stato di previsione del ministero dell’Interno una dotazione di 5 milioni per il 2019 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024.

Un fondo per finanziare l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio sanitarie e assistenziali per anziani e disabili al fine di assicurare loro “la più ampia tutela”.

La sicurezza dei bambini è un tema che tocca profondamente il nostro paese negli ultimi tempi a causa dei numerosi casi di violenza fisica, verbale e psicologica nei confronti di soggetti indifesi che necessitano sempre più di un’adeguata tutela. 

 La videosorveglianza è uno strumento che potrà essere sicuramente un supporto importante, grazie anche al continuo sviluppo di tecnologie sempre più avanzate.

 

Lascia un commento

condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Leggi articolo precedente:
La sicurezza a scuola del tuo bimbo: consigli pratici
La sicurezza a scuola del tuo bimbo: consigli pratici

Pronti per iniziare la Scuola in tutta sicurezza?

Chiudi