come evitare che bimbo sbatta dappertutto
Fausto

Fausto

Il mio bimbo gattona e sbatte dappertutto. Posso evitarlo?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Tuo figlio vuole iniziare a muoversi.

Incomincia finalmente a gattonare e tu sei fiera di lui perché vedi con i tuoi occhi che cosa significa l’istinto, l’evoluzione di un piccolo essere umano.

E’ davvero una fase meravigliosa, ma la tua casa è piena di oggetti a cui tuo figlio, che ancora non è molto sicuro della sua “andatura”, può andare a sbattere.

Tavoli, sedie, divani, piccoli armadi e lo stesso pavimento sono superfici dure e – come tali – possono rappresentare un pericolo per il tuo bimbo che è alle prime armi con il gattonamento o sta facendo i primi passi.

Attenzione, questo post non si riferisce ai casi in cui il tuo bimbo sbatta la testa volontariamente sugli oggetti di casa o sul pavimento: questo è un segno di protesta o stanchezza o di nervosismo che va gestito assieme al proprio pediatra.
Questo post invece si riferisce ai casi in cui tuo figlio sbatta la testa o altre parti del corpo in modo involontario, senza volerlo davvero.

Quali sono i punti in cui tuo figlio può sbattere?

come-evitare-che-mio-figlio-sbatta-in-casa
Questa immagine rappresenta i punti in cui tuo figlio può andare a sbattere.
I bollini gialli indicano i punti di potenziale pericolo.
Come vedi, quasi tutta la casa è cosparsa di oggetti ed elementi di arredo potenzialmente dannosi.

Come evitare che il tuo bimbo sbatta dappertutto?

Questa situazione si manifesta quando il tuo bimbo ha raggiunto almeno gli 8 mesi e comincia a gattonare.

Per prevenire queste situazioni spiacevoli per tuo figlio esistono delle ottime forme di prevenzione a riguardo:

Gommapiuma attorno agli angoli dei tavoli.

La gommapiuma è un tuo alleato. 
Applica della gommapiuma attorno agli angoli appuntiti di tavoli, divani, armadi raggiungibili da tuo figlio.

Come fare?

  1. Se hai della gommapiuma in casa, taglia dei quadrati di 50 cm x 50 cm circa e piegali in 4 parti oppure appallottolali.
  2. Prendi dello scotch da pacchi e attacca la gommapiuma agli angoli che ti interessano (attenzione: se i tuoi mobili hanno degli strati di vernice molto leggeri, ti sconsigliamo questo passaggio).

Se invece non hai della gommapiuma in casa, ecco alcuni consigli per te:

I paraspigoli

Esistono in commercio de paraspigoli in gommapiuma molto comodi: li puoi appiccicare agli angoli dei muri particolarmente appuntiti oppure sugli angoli dei mobili che giudichi pericolosi.

Ecco alcuni consigli di paraspigoli:

Metti dei tappeti un pò dappertutto

Hai tappeti in casa? Sono grandi? Sono piccoli? Vanno bene tutti! I tappeti sono dei soffici paracadute per la testa e per tutte le parti del corpo di tuo figlio. Io per la mia bimba ho tappezzato tutto il salone di casa con dei tappeti di varie dimensioni e sopra di essi ho messo delle lenzuola di pile o di cotone (in base alla stagione 😀 ).

Trapunte

Anche le trapunte, stese per terra, creano quello strato con uno spessore che può farti sentire sicuro. Se le usi d’estate, coprile pure con un lenzuolo di cotone che non usi più così il tuo bimbo non suderà sette camicie!

Caschetti in gommapiuma​

Una vera salvezza.
Ne ho provato uno per mia figlia. Quando ha davvero cominciato a gattonare non era molto sicura nei movimenti e nell’appoggio delle mani a terra: per cui “ballava” molto nell’andatura e spesso scivolava.
Ho pensato subito a qualcosa che potesse proteggerla da queste botte fortuite e il caschetto è quello che faceva per me.
L’ha utilizzato le prime tre settimane di gattonamento: poi quando l’ho vista davvero sicura nell’appoggio delle braccia a terra, gliel’ho tolto.

Box

È la soluzione di ultima istanza, l’extrema ratio.
Se sei in casa col tuo bimbo da sola/o e lui scorrazza per casa senza nessun tipo di controllo, il box è la soluzione ideale: almeno puoi preparargli il latte o la pappa senza stare in apnea!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin